Il sale iodato è salutare

In Italia si consuma poco sale iodato che invece secondo gli esperti dell’Associazione Italiana Tiroide fa meno male del sale comune.

Il sale iodato opera nella prevenzione delle malattie della tiroide.
Una legge del 2005  n° 55 per la prevenzione del gozzo endemico impone l’utilizzo del sale iodato. Secondo gli esperti della Ait la percentuale di sale iodato che si consuma è solo  del 54%.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene che la  percentuale dovrebbe arrivare al 95%. I Paesi europei come la Svizzera e l’Austria hanno elevato le proprie percentuali riusciti, l’Italia no.

Nasce la legge n. 55 del 21 marzo 2005 con lo scopo di promuovere le azioni necessarie per contrastare le patologie della tiroide, come il gozzo endemico , che in Italia colpisce cinque milioni di persone.
“per la prima volta sono previste sanzioni fino a 6mila euro per chi non rispetta la legge”, aggiunge l’esperto.

Il sale è utilizzato ogni giorno, ecco l’importante di assumere quello iodato.

 

Condividilo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *