Cosmetici naturali: come iniziare la propria attività in proprio

Sempre più spesso il grande pubblico è attirato da prodotti di origine naturale, bio o anche cruelty free. Questo è reale soprattutto nel mondo dei cosmetici, che sta subendo notevoli trasformazioni nel corso degli anni.

Oggi anche al supermercato è difficile trovare un cosmetico che non riporti la dicitura che lo connota come contenente ingredienti di origine vegetale, o di essere non testato sugli animali, o ancora adatto a vegani o a chi no ama parabeni, siliconi o conservanti di ogni genere. Oggi avere un’azienda, anche piccola, che offra una linea di cosmetici originale è una buona opportunità per affacciarsi sul mercato.

Come cominciare

cosmetici naturaliIl primo passo per avviare un’attività di produzione di cosmetici consente nello scegliere un marchio e le sue peculiarità essenziali. Non serve vendere qualcosa che già decine di marche offrono, è meglio specializzarsi. Visto che il trend degli ultimi anni va verso il mondo del naturale e del biologico, per certi versi attivarsi per avviare un’azienda di produzione di cosmetici di questo genere è forse una delle idee più azzeccate.

Certo poi ognuno deve portare avanti la sua personale idea. Ma l’ambito del “senza” qualcosa sembra avere oggi un grande successo, sotto molti punti di vista. Poter creare una linea di cosmetici da zero ci permette per altro di utilizzare varie idee.

Ad esempio potremmo dare vita ad una linea di cosmetici con profumazioni che derivano esclusivamente dai fiori di un singolo colore; oppure si potrebbe decidere per una linea che contenga solo materie prime di origine vegetale, visto che le persone che fanno una scelta di vita vegana sono in costante aumento e le proposte a loro dedicate sono ancora poche.

Come produrre

Sotto il punto di vista della produzione occorre fare delle precisazioni; per commercializzare un cosmetico, che si tratti anche di un semplice sapone per le mani, è necessario che si seguano dei precisi protocolli che riguardano l’igiene e la sicurezza. Per dirla in breve, non è possibile vendere un cosmetico “fatto in casa”, sempre che non si voglia rischiare una denuncia dalla prima persona che mostra un’allergia ad uno dei componenti utilizzati.

Per evitare che ciò avvenga è però possibile, almeno inizialmente, rivolgersi ad un’azienda di produzione cosmetici conto terzi, come ad esempio iralab. Si tratta di un laboratorio specializzato che produce cosmetici di alta qualità, che volendo può anche seguire le “ricette” della clientela. Potremo così avere a disposizione tutta la tecnologia necessaria per dare vita a cosmetici di alta qualità, prodotti facilmente vendibili e che sicuramente non tarderanno ad avere successo.

L’elenco degli ingredienti sarà però deciso da noi, potremo così eliminare le materie prime di origine animale, o inserire estratti di piante officinali ottenuti da coltivazioni biologiche. Il prodotto finale avrà la nostra impronta, e anche il nostro logo, ma non saremo noi a produrlo. Quando la nostra nuova linea di cosmetici naturali avrà successo potremo valutare l’eventualità di avviare un laboratorio di nostra proprietà, dove produrre tutto ciò che vendiamo.

Condividilo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *