Breve guida alla disdetta anticipata dei servizi Sky

Disdire Sky prima della naturale scadenza del contratto e senza incorrere in sanzioni è possibile? Grazie al Decreto Bersani sì. Il portale guidafisco.it offre una pratica e chiara guida alle procedure da seguire per disdire Sky rapidamente e nel modo giusto.

Disdetta Sky, i tempi

Il contratto che viene di solito stipulato con Sky dura un anno. Nell’arco dei dodici mesi del contratto l’utente può usufruire dei servizi sottoscritti, il rinnovo è automatico a scadenza. Per sottoscrivere l’abbonamento è sufficiente una telefonata. A partire da quel momento l’utente potrà accedere ai canali scelto della rete Murdoch. Ma per la disdetta, invece, quali sono i tempi previsti e le modalità da seguire?

Le tre tipologie di disdetta

disdire skyPartiamo subito dal dire che esistono tre diverse strade per disdire il contratto con Sky. La prima prevede l’attesa della naturale scadenza del contratto. L’unica cosa da monitorare con attenzione, però, è la disdetta del rinnovo automatico, che può creare qualche problema. Questa disdetta è gratuita. Il contratto può essere disdetto anche anticipatamente, in questo caso è fondamentale ricordarsi di  restituire decoder, smart card e telecomando per evitare penali e sanzioni.

A carico dell’utente saranno addebitati solo i costi di recesso anticipato, legati alla durata del contratto. La terza strada è riservata ai neo abbonati e prevede la possibilità di recesso entro i primi 14 giorni dalla sottoscrizione dell’abbonamento. È bene tenere presente, però, che questa opzione può essere considerata valida solo se il contratto è stato firmato a distanza, lontano dagli uffici di Sky. Va evidenziato che, in questa ultima ipotesi, saranno rimborsati i costi di installazione e l’attivazione del servizio.

Disdetta anticipata, quali costi

Nel caso in cui si decidesse di sciogliere il contratto con Sky prima della naturale scadenza dell’abbonamento, l’utente dovrà pagare 11,53 euro per la cessazione del contratto stesso. Attenzione alle promozioni e agli sconti, nel momento della disdetta anticipata, infatti, vanno calcolate anche eventuali sanzioni legate a questi aspetti. Ad esempio, se si è sottoscritto un abbonamento con prezzo speciale di 29 euro per un anno e si scioglie il rapporto dopo il primo semestre, l’utente è tenuto comunque a versare a Sky una somma pari all’importo dello sconto o, in alternativa, al valore della promozione.

Le procedure per la disdetta

La disdetta va inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno al servizio consumatori di Sky. I moduli, che si differenziano a seconda della modalità di pagamento scelta dall’utente, possono essere facilmente reperiti on line, possono, inoltre, essere utilizzati dei moduli universali che fanno riferimento al Decreto Bersani e che possono tornare utili anche per disdire servizi di telefonia o di assicurazioni su vita, casa, auto o servizi. I moduli, accompagnati da una fotocopia della carta d’identità del soggetto che ha sottoscritto l’abbonamento, possono essere anticipati mezzo fax.

La documentazione inviata, invece, tramite raccomandata, dovrà essere originale e sempre accompagnata dalla fotocopia del documento d’identità del soggetto che ha sottoscritto l’abbonamento. I documenti dovranno essere compilati con i dati anagrafici dell’abbonato e firmati. Successivamente, entro un massimo di 30 giorni, dovranno essere riconsegnati tutti gli elementi avuti in dotazione alla sottoscrizione dell’abbonamento (smart card, decoder e telecomando).

Condividilo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *